Gelatina di mele cotogne Bimby

  By Annett  

novembre 6, 2017

Per la marmellata di mele cotogne clicca qui

Ingredienti

800 g scarti ( bucce e torsoli ) oppure stesso peso di frutti tagliati a pezzi

1 litro e mezzo di acqua

zucchero nella stessa quantità del liquido ottenuto ( circa 1 kg )

succo di un limone

Procedimento

1Per realizzare la gelatina di mele cotogne, io ho usato gli scarti ( buccia e torsoli ) Al fine di usare la polpa per farne la marmellata. Ciò nonostante questa gelatina non è da meno a quella preparata con tutto il frutto. Anzi è proprio nella buccia che si concentra il contenuto più alto di polifenoli ad azione antiossidante. Per questo è importante non buttarla via. Ma se non siete interessati alla marmellata, potete usare l'intero frutto per fare la gelatina.

gelatina

2Versare nel boccale gli scarti ( bucce e torsoli ) Anche se sono diventati molto scuri poco importa. Nel TM 5 ho inserito 800 g di scarti e 1 litro e mezzo di acqua. per altri modelli Bimby controllate il massimo consentito. Mettiamo sempre il varoma al posto del bicchiere per proteggerci da eventuali sorprese di fuoriuscita del liquido.

3Cuciniamo 40 Min. 100° Vel.Soft Antiorario. Mescolando di tanto in tanto con la spatola dal foro del coperchio.

4Terminata la cottura, versiamo tutto il contenuto del boccale in una colapasta con un canovaccio pulito e con trama sottile.

5Mettiamo sotto una pentola per raccogliere il liquido filtrato.

6Copriamo con il suo stesso canovaccio e lasciamo filtrare una notte intera.

gelatina

7Al mattino seguente, strizziamo il canovaccio in modo da ricavare più succo.

gelatina

8Pesiamo il liquido ottenuto con la bilancia del Bimby, uniamo la stessa quantità di zucchero, e il succo di un limone 🍋 filtrato.

9Cuciniamo 50 Min. a varoma Vel 2 Ricordiamo sempre di mettere il varoma al posto del bicchiere.

10Al termine della cottura facciamo la prova piattino. Mettiamo un cucchiaino di gelatina nel piatto e appena si raffredda incliniamo il piatto, se la gelatina non scivola velocemente è pronta. Toccandola con il dito sentiremo una sostanza gelatinosa.

11Invasiamo la gelatina in vasetti sterilizzati quando è ancora bollente.

12Possiamo usare la nostra gelatina pressappoco come il miele: utilizzandola per personalizzare un dolce, accostarla alla frutta secca. Ottima anche per accompagnare formaggi,

00:00

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *