seppie ripiene
seppie ripiene

Ragù di seppia ripiena

  By Annett  ,

febbraio 18, 2018

Ingredienti

Per 4 persone

4 Seppie di media grandezza

3 uova

mollica di pane

4 cucchiai abbondanti di pecorino romano grattugiato

1 cipolla

olio quanto basta

1500 ml di passata di pomodoro ovvero un litro e mezzo

Procedimento

1Laviamo accuratamente le seppie eliminando l'osso, la sacca intestinale che contiene l'inchiostro, diamo un taglietto sopra gli occhi per poter estrarli facilmente, eliminiamo anche il becco. Laviamo abbondantemente. Mettiamo in un recipiente forato a colare.

2Rompiamo le uova in un piatto o in una ciotola, sbattiamo energicamente fino a farle diventare spumose. Se le nostre seppie sono piuttosto piccole, usiamo solo due di uova.

uova

3Aggiungiamo la mollica di pane nella quantità contenuta in due o tre panini, e il pecorino romano, possiamo anche sostituire la metà del pecorino con parmigiano grattugiato. Al termine il composto deve risultare molto compatto e asciutto, in caso contrario aggiungiamo ancora della mollica e pecorino.

4Con l'aiuto di un cucchiaino riempiamo le sacche delle seppie.

seppia ripiena

5Richiudiamo fissando con più stuzzicadenti.

6Versiamo in una pentola capiente, l'olio, tritiamo la cipolla, facciamo imbiondire leggermente. Uniamo le seppie, ( io ho aggiunto qualche scampo per insaporire notevolmente il nostro ragù, è facoltativo. ) Facciamo rosolare le seppie avendo cura di girarle delicatamente per non romperle.

seppie ripiene

7Aggiungiamo la passata di pomodoro 🍅 saliamo leggermente, aggiungiamo uno o due bicchieri di acqua per diluire la densità mettiamo il coperchio. Cuciniamo per 30\40 minuti circa di tanto in tanto giriamo per evitare che l'uovo si attacchi al fondo.

seppie al sugo di pomodoro

8Cuciniamo gli spaghetti 🍝 in acqua salata, usiamo il nostro ragù per un primo da portare in tavola semplicemente squisito 😋 Se gradito spolverizziamo con parmigiano grattugiato.

9Portiamo in tavola le seppie come secondo piatto. Buon appetito.

seppie ripiene

00:00

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *